Regione Piemonte

CPI - Sportello Assistenti Familiari per le persone

Last update 10 November 2017

All’atto della prima accoglienza vengono esplorati i precedenti lavorativi e le aspirazioni individuali delle persone in cerca di lavoro; qualora si rilevi esperienza (anche non formale) e/o disponibilità al lavoro di cura e assistenza familiare, la persona viene indirizzata allo Sportello Assistenti familiari .
Su appuntamento concordato con le operatrici  viene svolto un colloquio specialistico, a cui segue la stipula di apposito Patto di Servizio. La scheda individuale segue la traccia del colloquio in cui vengono evidenziate le competenze acquisite dal lavoratore, le sue disponibilità (in particolare alla convivenza in famiglia) ed i vincoli oggettivi e soggettivi legati alla candidatura (es.: mancanza di patente automobilistica). Vengono illustrate anche le opportunità formative presenti sul territorio.

Sintetizzando le attività nei confronti dell’utente disoccupato si possono così descrivere:

  1.  COLLOQUIO SPECIALISTICO/PATTO DI SERVIZIO
  2.  CONSULENZA INDIVIDUALE    
  3.  OFFERTA FORMATIVA
  4.  CERTIFICAZIONE COMPETENZE NON FORMALI
  5.  PROPOSTA DI INSERIMENTO LAVORATIVO

 

Per venire incontro ai bisogni differenziati delle persone è stato attivato un lavoro di rete con rimando ad altri sportelli di servizio: organizzazioni di volontariato, servizi sociali e sanitari, patronati del territorio astigiano.