Regione Piemonte

Come Ci Muoviamo?... Come Ci Vorremmo Muovere? - Rispondi al questionario

Pubblicato il 2 marzo 2018 • Trasporto Persone

COME CI VORREMMO MUOVERE: Immagina come vorresti muoverti nel futuro e aiutaci a comprendere come migliorare i servizi di mobilità esistenti e come progettarne di nuovi che soddisfino al meglio le tue esigenze. Contribuisci anche tu rispondendo al questionario accedendo al sito

L’obiettivo è comprendere come ci muoviamo, ma soprattutto come vorremmo muoverci, considerando tutte le categorie di utenti al fine di progettare servizi di mobilità personalizzati in funzione alle diverse esigenze di ciascuno.

L’indagine fa parte dell’attività di ricerca del gruppo TRIS (Transport Research for Innovation and Sustainaibility) coordinato dalla Prof.ssa Cristina Pronello, del dipartimento di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio, un dipartimento di Inter-Ateneo tra Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino. L’attività di ricerca ha ricevuto il supporto della Regione Piemonte, dell’Agenzia della Mobilità Piemontese, dell’Assemblea di Bacino della Città Metropolitana, della Città di Torino e di diversi altri comuni dell’area metropolitana. Gli Enti Locali stanno promuovendo l’indagine presso i loro cittadini sia direttamente sia attraverso le associazioni di categoria. L’indagine è diffusa anche presso le università piemontesi: Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Università degli Studi del Piemonte Orientale. Sono state coinvolte anche le aziende di trasporto pubblico che, attraverso i loro siti web e le pagine social o i contatti con i comitati pendolari, hanno promosso l’indagine verso i loro utenti. Infine sono state contattate le diverse testate giornalistiche per una più ampia diffusione presso la popolazione. Lo scopo è l’integrazione di tutti gli stakeholders per raggiungere il maggior numero di persone che si muovono in Piemonte. L’obiettivo della ricerca è di conoscere più a fondo la mobilità per raggiungere obiettivi di lungo termine:

  • proporre nuovi sistemi tariffari, più flessibili, per meglio soddisfare le esigenze degli utenti;
  • migliorare l’integrazione modale, ottimizzando i servizi di trasporto attualmente offerti e le infrastrutture già in esercizio;
  • progettare servizi più efficienti ed efficaci nelle aree a domanda debole, dove il trasporto pubblico tradizionale è poco efficace nel fornire ai residenti i servizi di mobilità di cui hanno bisogno.

Entrando maggiormente nel dettaglio, l’indagine prevede tre strumenti che lavorano in sinergia tra loro:

  • a) il questionario (per gli aspetti quantitativi);
  • b) i focus group (gruppi di discussione) per approfondire le diverse tematiche e comprendere i meccanismi cognitivi che portano alle scelte degli utenti;
  • c) un’applicazione per smartphone che consente di raccogliere i dati relativi agli spostamenti e agli utenti di condividere informazioni, come in un social network.

Il questionario è stato progettato sia sulla base di numerosi studi in letteratura e sull’esperienza Maturata in contesti a livello nazionale ed internazionale. Esso è articolato in tre sezioni. La prima sezione affronta il tema della mobilità quotidiana (“Come Ci Muoviamo? [...]”), ricostruendo il diario di viaggio del rispondente ed analizzando i motivi della scelta del mezzo di trasporto. La seconda sezione è dedicata a comprendere come l’utente vorrebbe i servizi di trasporto del futuro (“[...] Come Ci Vorremmo Muovere?”), valutando la reazione dell’utente a nuovi sistemi di tariffazione: ad esempio pacchetti di mobilità e credito trasporti. La terza sezione analizza le attitudini verso la mobilità e l’ambiente.

Al fondo del questionario, i compilatori potranno fornire la loro adesione ai Focus Group e chiedere di essere informati dei risultati della ricerca.

Lo scopo del questionario è conoscere come ci spostiamo e comprendere le barriere che ostacolano una mobilità più efficiente, che risponda maggiormente ai nostri bisogni. Il prezioso sforzo dei compilatori sosterrà la ricerca e sarà di supporto per l’avvio di azioni mirate sul territorio. La compilazione richiede circa 30 minuti ma, a necessità, è possibile salvare e riprendere in un momento successivo. Tutte le risposte saranno trattate in forma ANONIMA ed elaborate statisticamente in forma aggregata. Non vi sono risposte giuste o sbagliate: è importante rispondere liberamente per far conoscere il proprio parere sulle diverse questioni legate alla mobilità.

Per comodità si riepilogano i principali termini ricorrenti utilizzati nel questionario:

  • TPL: Trasporto Pubblico Locale, inteso come l’insieme di tutti i mezzi di trasporto collettivi (bus, tram, metro, treno) alternativi ad un mezzo privato (automobile, scooter, moto, ecc.);
  • Bike sharing: letteralmente “condivisione della bicicletta”, è un sistema che permette ad un utente di prelevare e consegnare una bicicletta da diverse postazioni distribuite nella città. È uno degli strumenti che le amministrazioni promuovono per incentivare gli spostamenti in bicicletta in ambito urbano;
  • Car sharing: letteralmente “condivisione dell’automobile”, è un servizio di autonoleggio a ore per gli iscritti al servizio stesso.

Buona compilazione!!!

Ogni contributo è prezioso e tutti sono invitati a compilare il questionario disponibile sul sito: www.comecimuoviamo.it

Sono anche utilizzabili i seguenti link:

Dipendenti regionali: http://survey.polito.it/ng/index.php/437532?token=oXJPwRo5YuhfKfI&lang=it

Comitati Pendolari: http://survey.polito.it/ng/index.php/437532?token=3PXL3q7fV8XzG2H&lang=it

 

Rif.: Ufficio trasporto Persone, Viale alla Vittoria n. 119 piano 1° - 14110 Asti

te. 0141433455 - email: trasporto.persone@provincia.asti.it