Regione Piemonte

CPI - I servizi del Collocamento Mirato

Ultima modifica 5 marzo 2019

Il collocamento mirato è un servizio del Centro per l'Impiego di Asti che ha come finalità l'inserimento e l'integrazione nel mondo del lavoro delle persone diversamente abili.
Attraverso strumenti tecnici e di supporto, che permettono di   valutare le persone nelle loro capacità lavorative, il servizio ricerca, presso le Aziende obbligate all'inserimento, i posti di lavoro compatibili alla  condizione e alle capacità professionali dei  soggetti disabili.

Servizi alle aziende

Le Aziende obbligate all'assunzione sono:

  • Ditte con 15-35 dipendenti 1 posto per disabile
  • Ditte con 36-50 dipendenti 2 posti per disabili
  • Ditte con più di 50 dipendenti il 7% calcolato sul personale assunto a tempo indeterminato o determinato superiore ai 9 mesi di contratto

Inoltre

  • Le ditte che occupano da 50 a 150 dipendenti devono assumere 1 categoria protetta tra gli Orfani/ vedove / profughi
  • Le ditte con oltre 150 dipendenti devono assumere invece l'1% calcolato sul personale valido da riservare agli orfani/vedove/profughi

Il collocamento mirato offre alle aziende i seguenti servizi:

  • informazione e consulenza sulla modalità di assunzione dei disabili, sugli istituti della legge 68/99, sull'accesso alle agevolazioni contributive in caso di avviamento
  • analisi delle richieste di lavoro, dei posti di lavoro da assegnare ai lavoratori disabili per favorire l'incontro domanda e offerta
  • individuazione e segnalazione dei candidati più idonei
  • stipula convenzioni
  • certificazioni

Servizi alle persone

Le persone che possono beneficiare del collocamento mirato sono tutte quelle che in età lavorativa risultano affette da:

  • Minorazioni fisiche,psichiche o sensoriali e i portatori di handicap intellettivo con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%
  • Invalidi del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33%
  • Persone non vedenti o sordomute
  • Invalidi di guerra,civili di guerra, e per servizio con minorazioni ascritte dalla 1° alla 8° categoria.

Inoltre in attesa di una legge di riordino della materia devono essere avviati al lavoro le seguenti categorie:

  • Orfani e vedove o perequati all'orfano e alla vedova purchè la condizione sia derivante da morte o infortunio grave per motivi di guerra, servizio , lavoro
  • Profughi (italiani rimpatriati a seguito di problemi insorti tra lo Stato ospitante e quello di Origine).

Il collocamento mirato offre alle persone i seguenti servizi:

  • accoglienza e informazione
  • iscrizione e reiscrizione negli elenchi dei disabili
  • colloqui di orientamento
  • consultazione delle offerte di lavoro dei datori di lavoro obbligati
  • colloqui di preselezione

Per tutte le informazioni

Agenzia Piemonte Lavoro