Regione Piemonte

Sportello al Comune

Ultima modifica 8 gennaio 2019

Urbanistica e Pianificazione
Assistenza ai Comuni in materia di Urbanistica e Pianificazione
Ufficio Pianificazione Territoriale  -  Provincia di Asti

DA COSA NASCE L’IDEA

L’iniziativa ha avuto origine dal crescente disagio, manifestato in molteplici occasioni dagli Amministratori Locali, nell’affrontare la complessità della materia disponendo di limitate risorse economiche, umane e strumentali.
La Riforma Urbanistica avviata con il DDL 488/07, in sostituzione dell’ormai obsoleta Legge Astengo del “77, fonda il principio base della co-pianificazione tra livelli istituzionali e sottolinea fortemente la necessità che vengano istituite strutture a supporto della pianificazione locale. Indipendentemente dalla Riforma è comunque  in atto un processo di trasformazione degli strumenti della pianificazione che obbliga gli Enti territoriali a dotarsi di nuovi servizi e nuove modalità di relazioni.
L’esperienza recente conferma che in particolare sui Comuni gravano adempimenti che travalicano le loro reali possibilità operative e che la Provincia rischia di rimanere compressa tra il ruolo di pianificazione che le viene affidato dalla Regione e il ruolo costante di riferimento per una vasta gamma di esigenze che viene richiesto dai Comuni.
Un’attività organizzata e razionalizzata di supporto a vari livelli da fornire ai Comuni rafforza il ruolo della Provincia, responsabilizza maggiormente i Comuni, razionalizzando una attività già in gran parte svolta adesso in modo “volontaristico” sulla base di richieste sporadiche e disomogenee in modo non qualificante per la Provincia e che rischia di produrre scompensi anche nell’attività di routine degli Uffici.

In risposta a quanto sopra e nella volontà di anticipare la Riforma, stimolato dalla necessità di rafforzare il rapporto di cooperazione con gli Enti Locali, il Servizio Pianificazione Territoriale intende fornire ai Comuni della Provincia questo Servizio aggiuntivo, mettendo a disposizione l’esperienza acquisita negli ultimi anni e favorendo al tempo stesso un processo di auto-formazione nell’affrontare tematiche multi disciplinari e di rilevante complessità.

FINALITA’
Lo sportello si pone  l’obiettivo di fornire attivita’ di Assistenza ai Comuni della Provincia di Asti (Amministratori e Tecnici Comunali)  in materia di Urbanistica e Pianificazione.
In generale la finalità intende rispondere alla difficoltà crescente in cui si trovano i Comuni nell’inserire le proprie esigenze locali in un quadro normativo e progettuale di livello sovra comunale che sta diventando sempre più complesso.

PRINCIPALI ATTIVITA’
1)    Assistenza nella scelta delle procedure urbanistiche da adottare
Nello specifico l’ attività risponde  alle seguenti criticità:
°    molto spesso i Comuni, nel predisporre varianti ai PRGC,  rilevano difficoltà o incertezze circa la scelta della procedure urbanistiche idonee (in relazione agli oggetti trattati);
°    la carenza di risorse economiche e di risorse professionali interne ai Comuni;
°    difficoltà di indirizzare le scelte in coerenza con il quadro complessivo delle pianificazioni, evitando ritardi e possibili conflittualità tra Enti;
°    necessità di coordinamento e indirizzo per la risoluzione di tematiche e criticità settoriali poste dai Comuni che possono avere effetti sulle scelte urbanistiche e che possono coinvolgere altri Enti/Servizi.

2)    Attività di supporto nelle procedure
Nello specifico l’attività risponde:
°    Alla facoltà per i Comuni (introdotta dalla Legge Regionale 1/2007 "Sperimentazione di nuove procedure per la formazione e l'approvazione delle varianti strutturali ai piani regolatori generali”) di richiedere  alla Provincia l'assistenza tecnica all'organizzazione ed allo svolgimento delle Conferenze di Pianificazione.

3)    Assistenza nella definizione della mappa degli adempimenti normativi previsti
Nello specifico l’ attività risponde :
°    Alla difficoltà, registrata dai Comuni, di gestire la complessità degli adempimenti normativi connessi alla pratica urbanistica (adeguamenti al PAI, preventive verifiche in materia di valutazione ambientale, verifiche in materie di acustica etc.), disciplinate da normative di settore (in costante evoluzione) e difficilmente coordinabili tra loro, che richiedono spesso interpretazione soprattutto nelle relazioni tra prescrizioni ed indirizzi .

4)    Supporto cartografico per varianti e adeguamenti dei piani / Verifica Preliminare dei
vincoli e delle interferenze
Nello specifico l’ attività risponde :
°    Alla necessità da parte dei Comuni di disporre, prima di operare scelte urbanistiche, di un preliminare inquadramento territoriale che ponga in evidenza il quadro della pianificazione            (regionale, provinciale e di relazione rispetto agli ambiti comunali confinanti) rilevando eventuali vincoli e criticità, evitando da subito scelte in contrasto con le strategie di sviluppo di livello sovra locale e con il Sistema delle Tutele.

5)    Informazione/Formazione finalizzati alla condivisione e all’implementazione dei dati territoriali
Nello specifico l’ attività risponde :
°    Alla necessità di disporre di cartografia tematica e informatizzata, di dati/informazioni geografiche-territoriali aggiornabili e condivisibili, su cui basare la pianificazione e la programmazione generale e settoriale, coerentemente anche agli obiettivi di cui alla L.R. n.21 1/12/2017 attraverso la quale è stata istituita l'Infrastruttura Geografica Regionale (IGR).

I VANTAGGI DALLA PARTE DEI COMUNI
Disporre di un servizio costante, qualificato e omogeneo sul territorio che si costituisca anche come “filtro” e indirizzo per gli interventi di trasformazione, velocizzando le procedure e qualificando i tecnici interni alle Amministrazioni Comunali.
Riduzione dei costi per l’espletamento delle procedure.

I VANTAGGI DALLA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE
Disporre di un quadro di riferimento costantemente aggiornato delle progettualità e delle priorità delle Amministrazioni Comunali, da utilizzare per le scelte strategiche dell’Amministrazione Provinciale.
Creare un canale privilegiato tra Provincia e Comuni che agevoli la comunicazione tra Enti, in vista anche della revisione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale.

 

Ufficio : Pianificazione Territoriale

Responsabile del Progetto : Arch. Ravizza Nada
Collaboratori                     : Geom. Aimone Massimo, Geom. Vidotto Alessandra
ORARIO : dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00, su appuntamento.