Regione Piemonte

Autorizzazione scarichi urbani

Last update 21 June 2018

La domanda di AUA deve essere presentata dal Gestore del S.I.I. al SUAP di competenza utilizzando il modello regionale secondo quanto previsto dal regolamento 5/R/2015.

In riferimento alla D.D. n. 156 del 26/04/2018 avente ad oggetto “ Regolamento regionale 5/R/2015 e regolamento regionale 7/R/2016 – Aggiornamento del modello unico regionale per la richiesta  dell’autorizzazione unica ambientale, per le domande di autorizzazione di carattere generale e le comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del d.lgs. 152/2006 per i gestori che non intendono avvalersi dell’autorizzazione unica ambientale”, si rende noto che è stata implementata, nel servizio digitale regionale la funzionalità per la predisposizione della domanda di autorizzazione allo scarico per gli impianti di depurazione delle acque reflue urbane e per gli scaricatori di piena della rete fognaria, nell’Ambito dell’Autorizzazione Unica Ambientale.

In base al regolamento stesso ciascun SUAP può optare per l'implementazione diretta di un proprio servizio di compilazione guidata, ovvero avvalersi del servizio digitale regionale reso disponibile sul portale regionale Sistemapiemonte.

Ciascun SUAP dovrà fornire le relative istruzioni sul proprio portale indicando la modalità prescelta e indirizzando il richiedente ai rispettivi servizi telematici di presentazione delle istanze.

Pertanto il Gestore che intende presentare una domanda di AUA deve accedere al sito del SUAP competente e seguire le indicazioni fornite dal medesimo.

Ove il SUAP non avesse provveduto ad allestire il proprio servizio per la presentazione dell'AUA o a garantire l'informazione necessaria, la domanda deve essere presentata attraverso il servizio digitale regionale.

Dovranno essere allegati, unitamente a tutti gli elaborati tecnici, anche una copia di avvenuto versamento delle spese istruttorie pari a:

€. 20,00 per ogni scarico di acque reflue urbane e per scaricatori di piena, e 15 € per spese di sopralluogo, versata sul C/C Postale n° 12520144 intestato a “Amministrazione Provinciale di ASTI – Servizio Tesoreria – piazza Alfieri n° 33 – 14100 ASTI” specificando la causale “DEPOSITO PER SPESE ISTRUTTORIA SCARICHI ACQUE REFLUE”, oppure specificando la stessa causale, mediante conto corrente bancario n. 6109, intestato a Provincia di Asti, presso la Cassa di Risparmio di Asti – Via Brofferio, 11 Sportello Centrale di Tesoreria – Codice IBAN-IT94S0608510316000000006109

e in caso di rinnovo:

€ 20,00 per ogni scarico di acque reflue urbane e per scaricatori di piena, versata sul C/C Postale n° 12520144 intestato a “Amministrazione Provinciale di ASTI – Servizio Tesoreria – piazza Alfieri n° 33 – 14100 ASTI” spe cificando la causale “DEPOSITO PER SPESE ISTRUTTORIA SCARICHI ACQUE REFLUE”, oppure specificando la stessa causale, mediante conto corrente bancario n. 6109, intestato a Provincia di Asti, presso la Cassa di Risparmio di Asti – Via Brofferio, 11 Sportello Centrale di Tesoreria – Codice IBAN - IT94S0608510316000000006109.