Regione Piemonte

Pesca

Last update 2 November 2017

In questa sezione troverete le informazioni inerenti la gestione dei corpi idrici ai fini della tutela e conservazione degli ambienti e della fauna acquatica ed esercizio della pesca:

esercizio della pesca

Il Servizio Caccia e Pesca della Provinica di Asti, informa che dal 1° gennaio 2015 sono entrate in vigore le nuove modalità di pagamento della tassa per la licenza di pesca nelle acque interne della Regione Piemonte. In particolare è stato modificato il numero di conto corrente della soprattassa, che sarà intestato alla Regione Piemonte anzichè alla Provincia.

Sono sempre esonerati dal pagamento della tassa e sopratassa per l'esercizio della pesca dilettantistica i cittadini minori di anni 14 e i soggetti che rientrano nelle prescrizioni della legge quadro per l'assistenza (n. 104/1992).

Le ricevute di versamento avranno validità 365 giorni dalla data del versamento e dovranno sempre essere accompagnate da un documento di identità valido. Non sarà necessaria la presentazione di apposita istanza e non sarà rilasciato alcun tesserino, poichè il mero possesso delle ricevute di versamento insieme al documento identitificativo costituiscono di per sé l'autorizzazione all'esercizio dell'attività di pesca.

Il versamento della tassa regionale e della sopratassa provinciale dovrà essere effettuato secondo le seguenti modalità dai cittadini residenti in Provincia di Asti:

Tassa regionale

Versamento di Euro 12,00

su c/c n. 93322337 – bollettino generico mod. 123

Intestato a: Regione Piemonte – Tassa Pesca

Causale: Licenza di pesca di tipo B.

Qualora si intenda utilizzare il canale bancario per effettuare il versamento sul conto corrente regionale anche tramite bonifico bancario, postale, pagamenti via internet, pagamenti tramite i chioschi degli uffici postali (c.d. canali telematici), etc., si può utilizzare il seguente codice IBAN : IT 62 D 07601 01000 000093322337 indicando la causale: Tassa pesca licenza di tipo B.

Soprattassa provinciale

Versamento di Euro 23,00

sul c/c n. 1023349465 – bollettino generico mod. 123 -

Intestato a: Tesoreria Regione Piemonte – Soprattassa Pesca Provincia di Asti

Causale: Licenza di pesca di tipo B.

Qualora si intenda utilizzare il canale bancario per effettuare il versamento sul conto corrente regionale anche tramite bonifico bancario, postale, pagamenti via internet, pagamenti tramite i chioschi degli uffici postali (c.d. canali telematici), etc., si può utilizzare il seguente codice IBAN: IT 48 L 07601 01000 001023349465 indicando la causale: soprattassa pesca licenza di tipo B.

 

interventi ai fini gestionali

Nelle acque presenti nel territorio provinciali la Provincia effettua le attività di ripopolamento, immissione e prelievo ai fini gestionali della fauna ittica direttamente o attraverso i soggetti individuati dalla Provincia stessa.

 

lavori in alveo:

Autorizzazione all'esercizio della pesca per fini scientifici o per interventi di protezione e potenziamento della fauna ittica.

La Provincia di Asti autorizza la cattura di idrofauna con apparecchi a generatore autonomo di energia elettrica o attrezzi consentiti per l'esercizio della pesca professionale ai seguenti soggetti:

  • Professionisti specializzati, scuole, istituti, Enti di ricerca e/o pubblici operanti nel settore delle indagini ittiofaunistiche, della ricerca, tutela e promozione dei beni faunistici-ambientali per fini scientifici (studi, censimenti o monitoraggi di fauna ittica);
  • Ditte che operano nel settore, ovvero professionisti specializzati per il recupero del pesce in occasione di messa in secca di corpi idrici superficiali, a titolari di usi civici o diritti esclusivi di pesca e a collaboratori di enti pubblici con competenze istituzionali sulle attività in argomento per finalità riproduttive o di salvaguardia della fauna ittica.

La richiesta di autorizzazione, deve essere presentata sul modello (istanza_esercizio_elettropesca) al Servizio Caccia, Pesca Antisofisticazione Vitivinicole della Provincia di Asti con un anticipo di 15 giorni lavorativi dalla data di previsione inizio lavori.

autorizzazione alla messa in secca dei corsi d'acqua, bacini e canali compresi quelli privati in comunicazione con acque pubbliche

La messa in secca parziale o totale dell’alveo di corpi idrici, siano essi naturali o artificiali, per l’esecuzione di lavori sui corpi stessi, fatta eccezione per i casi d’urgenza, è subordinato al rilascio di apposita autorizzazione della Provincia e al recupero del pesce presente nell’alveo che verrà prosciugato per la sua ricollocazione in altro sito. Sono quindi oggetto di preventiva autorizzazione gli interventi classificati quali:

  • asciutte di bacini e canali artificiali per manutenzione periodica o straordinaria
  • asciutte di corpi idrici naturali per interventi in alveo (ricalibrature, messa in opera di protezioni spondali, etc.)
  • asciutte di corpi idrici naturali per interventi su infrastrutture (opere di presa, ponti ed attraversamenti, etc.).

I legali rappresentanti delle ditte che eseguono interventi che comportino messa in asciutta di corpi idrici devono far pervenire alla Provincia di Asti, Servizio Caccia, Pesca - P.za Alfieri, 33 – 14100 Asti, con almeno 15 giorni lavorativi di anticipo sulla data presunta di inizio lavori, apposita richiesta di autorizzazione (istanza messa in secca)

 

diritti esclusivi di pesca

I titolari di diritti esclusivi di pesca comunicano alla Provincia, entro il 30 settembre di ogni anno, il programma di gestione per l'anno successivo.
 

Contatti

E- mail: caccia.pesca@provincia.asti.it - Tel. 0141433365 - Fax 0141592372