Diritto allo studio

Last update 1 February 2021

Diritto allo studio - L.R. 28/2007 “Piano provinciale di interventi in materia d’istruzione, diritto allo studio e libera scelta educativa”

La L.R. n 28/2007, successivamente modificata dalla L.R. n. 25 del 05.12.2016, individua nelle Province gli enti che devono predisporre il Piano annuale degli interventi per favorire nel proprio ambito territoriale il coordinamento delle azioni previste dall’art. 30 della L.R..

La priorità che la Provincia persegue in materia di diritto allo studio è il sostegno alla disabilità, per gli studenti degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado. Pertanto secondo i criteri di programmazione indicati dall’Atto di indirizzo regionale approvato con D.C.R. n. 367-6857 del 25.03.2019 e delle priorità di programmazione e dei criteri di riparto delle risorse regionali approvati con D.G.R. n. 5-391 del 18.10.2019, con D.C.P. n. 54 del 02.07.2020 è stato approvato, il “Piano provinciale in materia d’istruzione, diritto allo studio e libera scelta educativa. Anno 2020/2021”.

Le principali tipologie di interventi

  • assegnazioni di contributi agli Istituti secondari di secondo grado per l'integrazione scolastica degli alunni disabili (art. 3 L 104/1992), riconoscendo priorità alle situazioni di disabilità grave e gravissima, o con esigenze educative speciali;
  • assegnazione di contributi ai Comuni per il servizio di trasporto scolastico allievi disabili frequentanti Istituti scolastici secondari di secondo grado;
  • in caso di disponibilità di risorse finanziarie trasferite, assegnazione di contributi ai Comuni per un rimborso parziale della spesa sostenuta dai medesimi per l’integrazione scolastica degli allievi disabili scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado;

Si specifica che tutti i PROGETTI previsti dal Piano Provinciale 2020/2021 dovranno pervenire entro il 10/03/2021 in caso contrario non si potrà garantire il finanziamento dei medesimi.

Il Piano Provinciale di Diritto allo Studio 2020/21 stabilisce il numero delle ore settimanali di assistenza scolastica specialistica per l’intero anno scolastico nel seguente modo:

  • ore 5 per alunni con disabilità GRAVE
  • ore 10 per alunni con disabilità GRAVISSIMA

N.B. In fase di trasmissione delle richieste a preventivo per il supporto educativo, sulla base delle quali predisporre i relativi impegni di spesa, nel caso vengano richieste un maggior numero di ore settimanali per l’integrazione scolastica di allievi con disabilità grave o gravissima, le medesime verranno corrette d’ufficio e riportate ai valori sopra indicati e l’impegno di spesa verrà assunto in base ai parametri sopra riportati.

Modelli per la presentazione dei preventivi di spesa

Dovranno essere indirizzati alla Provincia di Asti – Ufficio Diritto allo Studio e trasmessi via pec a provincia.asti@cert.provincia.asti.it ed essere anche trasmessi, per conoscenza, a: diritto-studio@provincia.asti.it

Modelli per richieste a preventivo

  • MODELLO 1 PREVENTIVO per richiesta supporto educativo allievi disabili Istituti di Istruzione Superiore di II grado.
  • MODELLO 1B PREVENTIVO – RIEPILOGO Supporto educativo” dell’Istituto scolastico superiore di II grado nel suo complesso, riguardante tutti gli allievi per cui si chiede l’intervento. 
  • MODELLO 2 PREVENTIVO Richiesta trasporto scolastico allievi disabili Scuola Secondaria II grado A.S. 20__20___.
  • MODELLO 3 PREVENTIVO – Richiesta per rimborso parziale spese allievi disabili scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado A.S. 20____20___

Al fine di poter programmare il fabbisogno finanziario per gli interventi previsti dal Piano i sopraccitati moduli con le richieste di contributi, sulla base delle quali provvedere al necessario impegno di spesa preventivo, dovranno pervenire

entro il 10 Marzo di ogni anno

relativamente all’anno scolastico che avrà inizio a settembre del medesimo anno

quindi per l'A.S. 2021/22 i preventivi dovranno pervenire entro il 10.03.2021.

Nel caso in cui il 10 marzo cadesse in un giorno festivo la presentazione dovrà avvenire entro il primo giorno feriale seguente.

Modelli per la presentazione dei rendiconti spese sostenute

Dovranno essere indirizzati alla Provincia di Asti – Ufficio Diritto allo Studio e trasmessi via pec a provincia.asti@cert.provincia.asti.it ed essere anche trasmessi, per conoscenza, a: diritto-studio@provincia.asti.it

Modelli a rendiconto

I rendiconti delle spese sostenute, sulla base dei quali la Provincia provvederà a liquidare le spese, dovranno pervenire

entro il 10 settembre dell’anno scolastico appena concluso.

quindi per l’anno scolastico 2020/2021 dovranno pervenire entro il 10.09.2021.

Nel caso in cui il 10 settembre cadesse in un giorno festivo la presentazione dovrà avvenire entro il primo giorno feriale seguente.

Si ricorda che solo nel caso in cui, le risorse finanziarie trasferite dalla Regione Piemonte a favore della Provincia di Asti risultassero sufficienti, dopo aver sostenuto le spese di trasporto, supporto educativo ecc. di competenza diretta della Provincia di Asti, potrà essere previsto un rimborso parziale delle spese effettive sostenute dai Comuni, che gestiscono tali attività per le scuoledell’infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Si avvisa che l’Ufficio Diritto allo Studio non potrà garantire nè l’assegnazione dei contributi previsti dal “Piano provinciale in materia d’istruzione, diritto allo studio e libera scelta educativa.”, né la predisposizione dei provvedimenti di liquidazione per le spese sostenute, in caso di ritardi o mancata presentazione della documentazione richiesta tramite i sopraccitati modelli (o di presentazione della medesima con dati mancanti, incompleti, di non chiara lettura) o di presentazione della stessa in termini diversi da quelli sopra indicati ed ad indrizzo mail diverso da quello pec indicato.

Attenzione: se le certificazioni di spesa non perverranno all’Ufficio Diritto allo Studio nei termini sopra indicati, in modo da poter consentire la predisposizione degli opportuni provvedimenti di liquidazione, si fa presente che avverrà la chiusura della pratica d’ufficio (senza ulteriori solleciti da parte dell’ufficio scrivente) e pertanto non potrà piu’ essere erogato il contributo, in quanto in ragione delle regole di gestione del Bilancio, a fine anno le somme residue verranno mandate in economia di spesa.

Contatti

e-mail: diritto-studio@provincia.asti.it

pec: provincia.asti@cert.provincia.asti.it