Regione Piemonte

Idoneità professionale per l'autotrasporto di persone - Come si svolge l'esame

Ultima modifica 9 maggio 2018

La Provincia di Asti è attualmente convenzionata con la Provincia di Novara per la gestione degli esami per il conseguimento dell'abilitazione professionale a gestore per Ditte di trasporto persone. I residenti nel territorio della provincia di Asti debbo, pertanto, presentare domanda presso questa Provincia e recarsi a Novara per sostenere l'esame.

Per le date dell'esame si rimanda al calendario della Provincia di Novara per l'anno in corso.

Le tipologie di esame previste sono due:

  1. esame per il conseguimento dell’attestato di idoneità professionale per il trasporto nazionale ed internazionale (esame completo);
  2. esame integrativo per il conseguimento del titolo per l’esercizio dell’attività di trasporto in ambito nazionale ed internazionale da parte dei possessori dell’attestato di idoneità professionale valido per il solo trasporto nazionale.

Per partecipare all'esame l'interessato deve presentare presso l'Ufficio Trasporto Persone della Provincia la domanda in marca da bollo, compilata secondo la modulistica messa a disposizione, corredata degli allegati richiesti e debitamente sottoscritta.

Possono partecipare alle prove d'esame le persone che hanno raggiunto la maggiore età, non interdette giudizialmente e non inabilitate, che abbiano assolto all'obbligo scolastico e superato un corso di istruzione secondaria di secondo grado oppure un corso di preparazione agli esami presso organismi autorizzati. I residenti in provincia di Asti sosterranno le prove di esame a Novara, presso la sede provinciale.

Chi intendesse sostenere l'esame solo per trasporti internazionali, deve essere già in possesso di attestato di idoneità professionale per trasporti esclusivamente nazionali. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda, nella quale saranno dichiarati ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

L'esame per il conseguimento dell'idoneità professionale consiste in due distinte prove:

  • sessanta domande con risposta a scelta fra quattro risposte alternative;
  • una esercitazione su un caso pratico.

Per ciascuna delle prove il candidato dispone di due ore.

L'esame completo (nazionale ed internazionale) verrà svolto sugli argomenti di cui all'allegato I del D.Lgs. n. 395/2000 e s.m.i. ed è articolato in due prove scritte.

Per la valutazione della prima prova sono attribuibili al massimo 60 punti; per la valutazione della seconda prova sono attribuibili al massimo 40 punti.

La prima prova consiste in 60 quiz , diversificati per ogni candidato, ripartiti come segue:

  • 20 quesiti per la materia del diritto equamente ripartiti tra diritto civile, diritto commerciale, diritto tributario e diritto sociale;
  • 10 quesiti per la materia di gestione commerciale e finanziaria dell'azienda;
  • 10 quesiti per la materia di Accesso al mercato;
  • 10 quesiti per la materia di Norme ed Esercizio Tecnico;
  • 10 quesiti per la materia di Sicurezza Stradale.

La prova viene superata se il candidato ottiene un punteggio minimo di almeno trenta punti.
Il non superamento della prima prova scritta comporta l'esclusione del candidato.

La seconda prova scritta consiste in un'esercitazione su un caso pratico che verrà estratta dall'intero corpo delle esercitazioni che contengono indifferentemente elementi di ambito nazionale e/o di ambito internazionale.

La prova viene superata se il candidato ottiene un punteggio minimo di almeno sedici punti.
L'esame è superato se il candidato ottiene almeno trenta punti per la prima prova, almeno sedici punti per la seconda prova, ed un punteggio complessivo, risultante dalla somma dei punteggi di entrambe le prove, di almeno sessanta punti.
In ogni caso, rimane valido il criterio del superamento del 50% dei quesiti per ciascuna materia.

L'esame limitato ai trasporti internazionali, a cui possono accedere solo candidati già in possesso di attestato che consente di esercitare trasporti su strada esclusivamente in ambito nazionale, verte su 60 quiz ed un'esercitazione pratica riguardanti esclusivamente il trasporto di ambito internazionale.

L'esame consta dello stesso numero e tipologia di prove di quello completo.
L'esame è superato se il candidato ottiene almeno trenta punti per la prima prova, almeno 16 punti per la seconda prova, ed un punteggio complessivo, risultante dalla somma dei punteggi di entrambe le prove, di almeno 60 punti.

I candidati potranno ripetere l'esame in caso di esito negativo non prima di tre mesi dalla precedente prova sostenuta. Per la ripetizione dell'esame il candidato dovrà presentare nuova domanda.

L'attestato di idoneità professionale è rilasciato su richiesta dell'interessato, a seguito di superamento dell'esame con esito positivo, dal Dirigente dell'Area Edilizia, Trasporti, Sicurezza della Provincia di Asti e previa comunicazione ufficiale dell’esito dell’esame da parte del Presidente della Commissione d’Esame della Provincia di Novara.

Corsi di formazione

I corsi di formazione per l’ammissione agli esami di idoneità professionale devono avere durata minima di 150 ore suddivise tra: diritto civile, diritto commerciale, diritto sociale, diritto tributario, gestione commerciale e finanziaria, accesso al mercato, norme tecniche e sicurezza stradale.

Per quanto riguarda l’esame integrativo, il relativo corso di formazione deve essere svolto esclusivamente sugli aspetti internazionali. Gli istituti a seguito del regolare svolgimento dei corsi rilasciano gli attestati di frequenza che hanno una validità di tre anni dal loro rilascio.

L’elenco completo degli Enti abilitati allo svolgimento dei corsi di formazione per l'accesso alla professione di autotrasportatore di persone è reso disponibile sul sito del Ministero dei Trasporti.

Riferimenti normativi:

Decreto Dirigenziale del Capo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici, prot. n. 79 dell’8 luglio 2013, recante attuazione dell’art. 8 del regolamento (CE) 1071/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009, Decr. Dir. n. 79 del 08.07.2013 (1.93 MB);

Circolare congiunta DG TSI – Comitato Centrale n. 9/2013 del 16 dicembre 2013, Circolare n. 9 del 16.12.2013 (644.6 kB);

Decreto Dirigenziale prot. n. 6 del 6 febbraio 2014 recante sospensione dell’efficacia delle previsioni di cui all’art. 4, commi da 3 a 5, del Decreto Dirigenziale del Capo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici, prot. n. 79 del 08/07/2013, Decr. Dir. n. 6 del 06.02.2014 (106.38 kB).

Rif.: Uff. Trasporto Persone, Viale alla Vittoria n. 119 piano 1°, 14100 Asti

tel. 0141.433455 - e-mail: trasporto.persone@provincia.asti.it