Regione Piemonte

Tessere di libera circolazione

Last update 9 November 2017

La tessera di libera circolazione, o tessera BIP, è un documento di viaggio regionale che permette alle persone disabili di viaggiare gratuitamente nell'ambito della Regione Piemonte senza limiti di orari e di corse su tutte le linee di trasporto pubblico (L.R. 4 gennaio 2000 n. 1):
- urbane,
- suburbane ed extraurbane (tram e autobus),
- metropolitana di Torino,
- treni regionali e regionali veloci con partenza ed arrivo nelle città piemontesi,
- treni regionali e regionali veloci che collegano il Piemonte con la Lombardia e la Liguria di competenza della Regione Piemonte,
- autobus sostitutivi, suppletivi ed integrativi di servizi ferroviari della Regione Piemonte.
Hanno diritto al rilascio della tessera di libera circolazione i residenti nella Regione Piemonte che rientrano in una delle seguenti categorie:
- ciechi totali, ventesimisti (con residuo visivo non superiore ad 1/20 in entrambe gli occhi) e ipovedenti gravi (decimisti),
- sordomuti,
- grandi invalidi (invalidi di guerra, civili di guerra e per servizio) appartenenti alle categorie dalla 1^ alla 4^. Alle persone della 1^ categoria con l'assegno della superinvalidità viene rilasciata la tessera con accompagnatore,
- minori invalidi - con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età - sino al compimento della maggiore età,
- minore ipoacusico con perdita uditiva superiore ai 60 decibel nell'orecchio migliore nelle frequenze di 500-1000-2000 hertz (L. 289/90) - indennità di frequenza,
- beneficiari dell'indennità di accompagnamento,
- invalidi ultrassessantacinquenni con difficoltà persistenti, di grado medio-grave (superiore ai 2/3), a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età, percentuale uguale o superiore al 67%,
- invalidi civili: con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura uguale o superiore al 67%, disabili (invalidi civili e del lavoro).
La gratuità del viaggio è consentita anche all’eventuale accompagnatore nei casi di:
- ciechi totali o ventesimisti,
- minori invalidi, invalidi con totale e permanente inabilità lavorativa 100%, e invalidi ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti, di grado grave, a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età (100%) con impossibilità a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore,
- minori invalidi e gli invalidi con totale e permanente inabilità lavorativa (100%) e invalidi ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti, di grado grave, a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età (100%) con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita,
- minori invalidi e gli invalidi con totale e permanente inabilità lavorativa (100%) e invalidi ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti, di grado grave, a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età (100%) con impossibilità a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita,
- invalidi ultrasessantacinquenni con difficoltà persistenti, di grado grave, a svolgere i compiti e le funzioni propri della loro età (100 %) => l. 104/92,
- minore ipoacustico.
Per maggiore dettaglio sulle tratte ferroviarie su cui è concessa la libera circolazione, la Regione Piemonte fornisce l'elenco dei treni della Regione Piemonte e Valle d'Aosta su cui è possibile accedere liberamente.
L'utilizzo della tessera sui treni è limitata alla seconda classe.
Per ottenere la tessera di libera circolazione:
- i residenti nel comune di Asti devono recarsi presso lo sportello del Comune a ciò preposto,
- i residenti nei Comuni della provincia di Asti devono recarsi all’Ufficio Trasporto Persone della Provincia di Asti, Viale alla Vittoria n. 119 piano 1°, Asti, in orario di sportello nei giorni di lunedì-mercoledì o giovedì dalle 09,00 alle 13,00.
Perché venga rilasciata la tessera il richiedente deve compilare apposita domanda (vedi allegato a fondo pagina) fornita in modulistica dall’ufficio, alla quale si allega fotocopia del documento di identità in corso di validità, fotocopia del codice fiscale e fotocopia del certificato di invalidità del richiedente rilasciato dalla commissione medico legale.
Presso l'Ufficio, nel momento della presentazione della domanda, al richiedente viene fatta una fotografia che sarà poi apposta sul tesserino e viene fornito un facs-simile di bollettino postale su cui sono riportate le indicazioni da seguire per effettuare il versamento di Euro 15,00 su c/c postale n. 001029351846 intestato a 5T s.r.l., con la causale: "Libera circolazione Cod. Fisc. XXXXXXXXXXXXXXXX" ( Tessere LC - Fac-simile bollettino pagamento (132.68 kB)).
Nel caso di smarrimento o furto della tessera, la stessa dovrà essere richiesta ex novo all'Ufficio presentando nuova domanda, completa di tutta la documentazione e dovrà essere nuovamente versato l’importo relativo a 5T.
La tessera elettronica sarà spedita direttamente all’indirizzo indicato dal richiedente, dalla 5T s.r.l. entro circa 30 gg dalla richiesta. La tessera ha validità annuale.

In relazione alle nuove modalità di rilascio delle tessere di libera circolazione per persone con disabilità, è stato realizzato dall' Ente Nazionale Sordi (ENS), con il contributo di 5T, un video per spiegare con la lingua dei segni le procedure di sostituzione e di emissione delle nuove tessere.

 

Rif.: Uff. Trasporto Persone, Viale alla Vittoria n. 119 piano 1°, Asti - tel. 0141.433461 - email: trasporto.persone@provincia.asti.it